menu Menu
Presentazione della nuova avventura: il Cammino di Francesco
La Verna - Roma: il Cammino di San Francesco in 22 tappe, per un totale di 550 chilometri, dall'8 settembre al 3 ottobre
di Redazione Viaggingamba Postato in Cammino di San Francesco il 15 giugno 2018 1 commento 3 minuti di lettura
Mi alleno partecipando alla Granfondo Pinarello! Precedente Finalmente raggiungiamo il traguardo Successiva

La Via di Francesco è un unico cammino per raggiungere Assisi, calcando i passi di San Francesco, partendo da Nord (La Verna) oppure da Sud (Roma)
.

È un itinerario che collega tra loro alcuni luoghi che testimoniano la vita e la predicazione del Santo di Assisi; un cammino di pellegrinaggio, che intende riproporre l’esperienza francescana nelle terre che il Poverello ha calcato nelle sue itineranze.

Proprio nell’aderenza alla storia di Francesco la Via trova la sua plausibilità e il suo fascino: i paesaggi sui quali l’occhio del pellegrino si posa sono i medesimi che hanno rallegrato il cuore…
ed io, con il mio team, lo percorreremo interamente da La Verna sino a Piazza San Pietro a Roma.

I valori del cammino sono molteplici.

Imparare a distinguere tra superfluo e necessario. Eliminando il superfluo dallo zaino e dalle menti, tutto sarà più leggero. Si scoprirà quali sono le comodità inutili a cui siamo abituati e di quali possiamo fare a meno, cosa è strettamente necessario nell’igiene quotidiana, che cosa è necessario mangiare e cosa invece è solo un’abitudine.

Scoprire il silenzio. È bello il viaggio in gruppo perché si conosce gente nuova, si comunicano esperienze e si approfondisce la conoscenza degli altri. Ma non bisogna dimenticare che il cammino è anche un momento per sè, in cui scoprire anche la bellezza del silenzio, dell’ascoltare il proprio passo, il respiro, i suoni della natura. I compagni di cammino me ne saranno grati

Valorizzare l’incontro. Perché è l’incontro il vero valore del cammino, l’incontro con la natura fuori e dentro di noi, l’incontro con chi vive in modo semplice che ha tanto da insegnarci, l’incontro con chi vive in luoghi diversi dai nostri, l’incontro con persone speciali che hanno avuto il coraggio di scelte di vita controcorrente.

Accettare gli imprevisti. Niente è irrimediabile e durante un cammino gli imprevisti sono all’ordine del giorno. Perdere un sentiero, arrivare col buio, non trovare viveri là dove ci si aspettava, sono imprevisti che spesso hanno qualcosa da insegnarci. Il cammino insegna ad affrontarli e a consolidarsi in situazioni nuove.

Non correre. Per scoprire la pace interiore della lentezza consapevole, è importante a camminare con passo lento, guardandosi intorno, perché c’è sempre un fiore nuovo, un insetto, un colore che aspettano di stupirci. Il cammino non è competizione, anzi il ritmo del gruppo si deve adattare al ritmo del più lento.

Il nostro obiettivo è di avvicinare sempre più persone disabili allo sport anche attraverso attività apparentemente semplici come un cammino, far sì che ogni esistenza diventi un modello di resilienza e superi le difficoltà che la vita stessa ci pone. I cammini sono visti come esperienza forte, individuale, introspettiva per conoscersi, capirsi ed accettarsi.

Superando le nostre Barriere supereremo quelle che la vita ci ha messo di fronte.

Il Cammino di Francesco, circa 500 Km in 25 Giorni questo è il nostro Obiettivo; i valori di Francesco d’Assisi e i valori di Progetto 22 si uniscono perfettamente come esempio di nuova vita che valorizza nella semplicità il “qui ed ora”.

Infine vogliamo portare questa esperienza nelle scuole come testimonianza di resilienza: 50 istituti “cammineranno con noi”, vivendo con filmati e testimonianze, il viaggio di un mese fatto con “una gamba e due stampelle” .

 

avvicinare più persone disabili allo sport circa 500 Km in 25 Giorni le imprese di Andrea Devicenzi valori del cammino Via di Francesco d'Assisi viaggio di un mese fatto con “una gamba e due stampelle”


Precedente Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancella Pubblica il commento

keyboard_arrow_up