menu Menu
Il viaggio si conclude!
Un arrivo a San Pietro da emozione
di Redazione di Popolis Postato in Cammino di San Francesco il 4 ottobre 2018 1 commento 2 minuti di lettura
Precedente Trenta importanti chilometri Successiva

Ore 6,30 di una normale domenica (o quasi). Il primo pensiero va subito a quello che mi aspetta nelle ore successive.Non tanto ai 20 chilometri da percorrere ma all’arrivo ed alla conclusione del progetto de La Via di Francesco.

Sono affamato. Abbondo nella colazione e mangio tutto ciò che mi può regalare energia durante questa lunga mattinata/giornata.

Con la squadra si parte puntuali,  ma già da subito ci accorgiamo che la tappa di oggi non prevederà panorami mozzafiato come eravamo ben abituati, ma tanto asfalto, traffico e palazzi di questa tanto agognata metropoli.

Chilometro dopo chilometro la strada conferma ciò che avevamo immaginato. Ma la mente è a San Pietro.
E’ una grande soddisfazione aver ormai raggiunto la meta ed essere consapevole che da li a poco avrei terminato un’altra impresa sportiva. Un grande significato per me ovviamente, ma soprattutto è un modo per continuare a diffondere il mio messaggio di quanto sia fondamentale contare sulle proprie forze e riscoprire dentro di se ciò che si vuole ottenere.

Tra ciclabile trafficate e strette, circonvallazioni e rotonde, dopo circa 6 ore arriviamo davanti al Spedale dell’accoglienza dove ritiriamo il Testimonium dell’avvenuto cammino dopo un controllo di tutti i timbri necessari alla certificazione. Una consegna semplice ma per me ricca di emozione, seguita da alcuni sospiri particolarmente intensi.

Usciti dal loco ci aspettano gli ultimi due chilometri verso San Pietro. Minuti lunghissimi in cui non ho più sentito il dolore ai palmi delle mani, voglioso di concludere con successo questa avventura.

Intravedo Castel Sant’Angelo ed ecco che alla mia sinistra compare il lungo vialone che porta a San Pietro.
Mi godo ogni passo, ogni metro e rallento, rallento.

San Pietro diventa sempre più grande e per quante volte l’abbia già vista, colpisce sempre per la sua maestosità e bellezza.
Mancano pochi metri al colonnato, mi fermo, prendo un gran respiro e faccio l’ultimo passo alzando, come solitamente faccio, le mie stampelle al cielo.

E’ FINITA!!!! 500 chilometri in 22 giorni sono una realtà!!!!

Qui non ci sono medaglie e/o riconoscimenti, c’è una birra che ci aspetta al primo bar incontrato, assieme alle persone presenti in questa ultima tappa, per festeggiare un progetto, un traguardo, un altro passo verso la ricerca di un IO sempre più profondo.

GRAZIE a tutta la squadra di VIAGGI IN GAMBA.

 

Andrea Devicenzi Andrea Devicenzi in cammino Il cammino di San Francesco d'Assisi la fine del Cammino San Francesco d'Assisi San Pietro Un cammino in compagnia Una gamba e due stampelle in cammino Via di Francesco viaggi di Andrea Devicenzi


Precedente Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancella Pubblica il commento

keyboard_arrow_up